mercoledì 14 novembre 2012

Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo rinuncia ai rimborsi elettorali
















Cari amici del Blog,
cosa sta succedendo in Sicilia? Ognuno sta solo sul cuor della terra, trafitto da un raggio di sole e fu subito ... Movimento 5 stelle! Si esattamente. Il M5S nelle ultime tornate elettorali è il primo partito in Sicilia, e ottiene 15 deputati, e oggi come avevano promesso hanno rinunciato ai soldi pubblici. La cifra ammonta a 1 milione 426 mila euro come rimborso elettorale. La cosa comica è che le spese del moVimento 5 stelle per la campagna elettorale ammontano a non più di 25 mila euro ... La rinuncia formale ai suddetti rimborsi elettorali avviene attraverso l'invio di una lettera ufficiale alla Camera dei deputati oltre che all'Ufficio di Presidenza dell'Assemblea Regionale Siciliana.
“Un gesto che pone ancora una volta l’accento – dice Giancarlo Cancelleri, portavoce del Movimento 5 Stelle – su come si possa e si debba fare politica senza gravare sui cittadini. La nostra campagna elettorale – conclude Cancelleri – è costata 25 mila euro, non abbiamo fatto convention nei grandi alberghi, non abbiamo imbrattato i muri delle città, ci siamo presentati agli elettori come comuni cittadini che vogliono rimanere tali, con la responsabilità però di rappresentare al meglio anche le istanze di chi non ha la voce grossa”. 

lunedì 12 novembre 2012

Paolo Barnard a L'ultima parola



Cari amici del Blog,
ricomincio a scrivere sul mio Blog partendo da questo filmato di Paolo Barnard. Un video in cui parla Paolo Barnard e che condivido pienamente. A voi l'ascolto :)

venerdì 23 aprile 2010

www.lentinishop.it il mio nuovo shop on-line.



Cari amici del blog,
vorrei portare alla vostra attenzione il mio nuovo portale on-line per la vendita di tanti prodotti interessanti che riguardano la mia attività, spero possa piacere un pò a tutti, sono alle fasi iniziali quindi se avete qualche suggerimento sarà sempre gradito :)

domenica 3 gennaio 2010

Il lodo democratico De Magistris e dell'IdV (l'Italia della Vergogna)

Cari Lettori e lettrici del Blog,

ci sono delle notizie che non possono non essere commentate ... vi riporto l'articolo che riguarda il fantasioso Lodo De Magistris, mi limito solo ad aggiungere che De Magistris era un magistrato ... non di parte naturalmente ... per questo possiamo dire che gli attacchi della Magistratura a Silvio Berlusconi non sono fantasie, basti pensare ai 913 procedimenti processuali che ha subito da quando Berlusconi è entrato nella scena politica. Vi lascio alla lettura dell'articolo (fonte: Libero-news): Il dipietrista Luigi De Magistris, abbandonato il rigore linguistico che la toga gli imponeva, si lascia andare e galoppando con l'immaginazione, descrive così il suo "lodo" ideale. «Forse sarebbe saggio che qualcuno proponesse veramente un Lodo, ma per salvare il paese da Berlusconi. Qualche idea me la sono fatta e in osservanza alla prassi inaugurata dal governo, lo chiamerei "Lodo de Magistris". Pochi punti da definire insieme e non serve nemmeno cambiare la Costituzione, perché approvato in sua difesa, e se anche ci fosse un referendum, credo passerebbe con grande consenso. La proposta di fondo è questa: garantiamo a Berlusconi la possibilità di lasciare l'Italia senza conseguenze». Parole in libertà, che senza troppo girarci intorno mandano a quel tal paese il premier. Ovviamente in ossequio alla democrazia e al supremo bene della nazione. Si legge infatti sul blog dell'europarlamentare dell'Idv: «Non c'è trucco e non c'è inganno: solo il bisogno di ritornare ad essere una nazione democratica e civile». Per De Magistris «carta e tv liberate potranno riprendere a fare il loro dovere: informare sui fatti, gli stessi che da anni cerca di occultare perseguitando i giornalisti anche se pongono solo domande, cioè fanno il loro mestiere, ovviamente quelli che sopravvivono all'infezione dell'autocensura preventiva» e il Parlamento «tornerebbe al proprio compito perché svincolato dalla sua agenda giudiziaria che oggi detta i temi, anzi il tema alle istituzioni: le necessità giudiziarie del fuggitivo da garantire prima di quelle degli italiani». «La magistratura - prosegue ancora- non più costretta agli assaliti quotidiani potrebbe dedicarsi senza timore alla missione che le spetta e le mafie non si sentirebbero più di poter spadroneggiare indisturbate. Per le casse dello Stato il guadagno sarebbe altissimo, per non parlare di quello dell'etica pubblica. Finito l'inquinamento di tutti gli ambiti economici e mediatici, il mercato finalmente alleggerito dalla cappa del suo conflitto di interessi, forse riprenderebbe a girare normalmente. E le somme ritrovate -propone De Magistris- anche con una lotta all'evasione certa, potrebbero essere investite nella formazione e nell'istruzione: una sorta di 8 per mille dell'antibelusconismo».

Come è possibile assistere agli sprologhi di certi individui, che cercano di screditare le Istituzioni politiche come il presidente del Consiglio, che è Capo del Governo Italiano?

Restituzioni delle reliquie di San Nicolò alla Turchia

Cari lettori e lettrici del Blog,
come primo post dell'anno ci occupiamo della richiesta da parte del governo turco, dei resti di San Nicola, vescovo di Myra, le cui reliquie sono custodite nella cattedrale di Bari. E' il ministro della cultura turco che ha intenzione di chiedere all'Italia la restituzione delle reliquie di San Nicola, queste sono esposte a Bari dall'XI secolo. Il santo era originario della citta' di Myra, l'attuale Demre. Le sue spoglie vennero traslate pochi anni dopo l'anno Mille. Il Ministro turco, Gunay ha detto "Se costruiremo un museo a Demre chiederemo le spoglie di Babbo Natale" [...] "Quelle reliquie devono essere esposte qui e non in una citta' di pirati (Bari ndr)"

Certo che sentire esordire così un ministro della cultura turco, che reputa una città di pirati, Bari che le ha custodite fino ai nostri giorni, mantenendo vivo la devozione al Santo di Bari, è qualcosa che lascia basiti. Non mi stupisco del fatto che il ministro islamico della Turchia richiede le reliquie, mi stupisce l'ignoranza del ministro che non sa che solo una parte delle reliquie di San Nicola, sono a Bari, ma che una parte risiedono a Venezia nella Chiesa di San Nicola al lido e anche a Rimini.

E' anche incredibile che il ministro vorrebbe richiedere le reliquie allo stato Italiano quando quelle reliquie non sono di competenza dello Stato Italiano ma bensì del Vaticano, non solo, questo ministro non capisce nemmeno la differenza esistente tra un bene culturale e un bene devozionale.... infatti è arrivata la replica dall'Italia. «Le reliquie di San Nicola non sono un bene culturale ma religioso, non qualcosa da visitare in un museo ma da venerare. È difficile rispondere a qualsiasi domanda poichè la richiesta è stata fatta dalla Turchia all'Italia, cioè da uno Stato all'altro e non alla chiesa cattolica, quindi al Vaticano che è depositario di quelle reliquie», ha detto padre Damiano Bova, attuale rettore della basilica di San Nicola.
Come mi auguro sappiate tutti, dalle sacre ossa di San Nicola che riposano sotto un altare costruito nella cripta della Basilica di Bari, fuoriesce da più di 1000 anni un liquido oleoso e profumato, chiamato Manna.
La Manna essudata dalle ossa del Santo, è una reliquia Sacra importantissima, tanto che da tutto il mondo fedeli adoranti arrivano a Bari per assicurarsi una piccola ampolla.

Ebbene ogni anno il 9 maggio al termine di una suggestiva messa, la Manna viene prelevata dalla tomba di San Nicola, esposta all’adorazione dei credenti e successivamente distribuita.
Tanti secoli fa l’unguento veniva raccolto all’occorrenza, in date non stabilite, tramite l’ausilio di una spugna di mare.
Adesso invece il prelievo avviene sempre e solo il 9 maggio, tramite l’inserimento nella tomba di una cannula in oro e argento che aspira il santo liquido.
Una parte della reliquia viene consegnata al Vescovo che l’espone alla venerazione della gente, custodendola in un’ampolla provvista di catena.
La restante parte viene diluita in acqua benedetta e distribuita in piccole boccette a tutti i presenti.
Solo il quel giorno ne vengono distribuite alcune migliaia.

Chi è Credente attribuisce alla Manna di San Nicola, protettore di Bari, poteri miracolosi, dal resto ci sono alcuni miracoli attribuiti al Santo che parlano di prodigiose guarigioni che la scienza non ha saputo spiegare.

AUGURI DI BUON 2010


Cari lettori e lettrici del Blog,
vi giungano graditi i miei migliori auguri di buon Anno 2010!

Ci siamo lasciati alle spalle un anno difficile, incentrato sulla crisi economica mondiale che ha avuto ripercussioni sulle nostre vite, è stato un anno duro per tutti, per chi ha perso il lavoro, per chi ha avuto trasformazioni nella vita personale, un anno passato nella speranza che domani sia un giorno migliore di quello di prima. Adesso abbiamo un anno davanti e ci auguriamo sia migliore per tutti, anche per coloro che gufano che le cose vadano storte. Ci sono certi individui che sperano che le cose vadano peggio solo per dire che loro avevano ragione, bene, noi siamo per l'ottimismo:
Se il lavoro vi ha creato problemi, non vi perdete d'animo quest'anno lo troverete, se avete perso l'amore, non vuol dire che non incontrerete l'amore della vostra vita, i proverbi antichi non sbagliano mai: Si chiude una porta e si apre un portone... non scoraggiatevi dunque. Per quanto riguarda la crisi, le vostre titubanze e timori, il tempo farà in modo di sistemare le cose, non potrà piovere per sempre, quindi stringiamo i denti ancora un pò e ci risolleveremo tutti.
E' questo il mio augurio per voi: che la vostra vita dal 2010 in poi sempre radiosa
con affetto
Auguri dal Blog e dal suo Autore

mercoledì 16 dicembre 2009

Messaggio di Berlusconi ai suoi sostenitori

Cari amici del Blog,
come è noto a voi tutti il 13 dicembre il Presidente del Consiglio ha subito una aggressione da parte di uno squilibrato, sia il blog che i sostenitori del Premier abbiamo mandato messaggi di vicinanza e di affetto: Ecco il messaggio del premier!


Ciao Nicolò,

Grazie di cuore ai tantissimi che mi hanno mandato messaggi di vicinanza e di affetto.
Ripeto a tutti di stare sereni e sicuri. L’amore vince sempre sull’invidia e sull’odio.

Silvio Berlusconi